menù
logo bianco
 
trentino
Refavaie 1
Risalendo il torrente Vanoi lungo la valle che porta il suo nome ad un certo punto la strada asfaltata si ferma. Qui - a 1.102 metri di quota - c’è il Rifugio Refavaie, ricavato da un’antica osteria al servizio dei boscaioli, immersa nelle foreste più vaste della Provincia di Trento, attraversate da sentieri e strade forestali che passano attraverso conifere altissime. Un’area rimasta intatta, dove il Trentino, su scala ridotta, assomiglia al Canada. Vicino al Rifugio un laghetto per pescare le trote, più su le vette della Grande Guerra (il Cauriol) e i versanti incontaminati del Lagorai.

Apertura
Inverno: da dicembre a maggio aperto tutti i fine settimana e a dicembre aperto tutto il periodo da Natale all’Epifania
Estate: dal 01 giugno al 30 ottobre sempre aperto
Prima dell'escursione si consiglia di verificare l’effettiva apertura del rifugio contattando il gestore

Itinerari
Il Monte Cauriol è facilmente raggiungibile in 3:30 ore complessive (difficoltà E) seguendo da prima il sentiero con segnavia n. 320 e poi proseguendo per il Sentiero della Pace o la Via degli Alpini. Attraverso Passo Sadole si scollina in Val Sadole fino alla Baita Monte Cauriol ore 3:30 di cammino (difficoltà E) mentre la salita a Forcella Valmaggiore, dove c’è il bivacco Paolo e Nicola, richiede circa 3 ore (difficoltà E).