menù
logo bianco
 
trentino
booking
X
Arrivo
 
Partenza
 
 
Adulti
 
Bambini
Il berretto a sonagli

Il berretto a sonagli

L'evento è scaduto
Categoria: Cultura Località: Pergine Valsugana
Data:
Di Luigi Pirandello
con Sebastiano Lo Monaco, Maria Rosaria Carli, Clelia Piscitello, Claudio Mazzenga, Rosario Petix, Lina Bernardi e Maria Laura Caselli
regia di Sebastiano Lo Monaco
produzione Sicilia Teatro
Ci sono classici che, quando vengono riproposti, prendono una nuova vita. 
Il sortilegio è dato dal loro incontro-scontro con la realtà del nuovo tempo. 
Il berretto a sonagli compie 100 anni, a contare la versione in siciliano di Angelo Musco. Un secolo.
Il ’900 è stato definito “il secolo breve”, ma è stato un tempo in cui è successo quasi tutto, la guerra, la rivoluzione, la controrivoluzione,
l’abisso di Auschwitz e l’utopia concreta di un altro mondo, quello in cui gli ultimi diventano i primi. Intanto, è cambiato il mondo e, da noi, 
sono cambiate la gente e la vita. Quella Sicilia non c’è più; è stata cancellata dalla modernità dello sviluppo industriale, poi dall’avvento della società 
dei consumi, adesso dal post-moderno, da una società che qualcuno chiama fluida. Eppure, sotto la pelle, continua a dibattersi una umanità sofferente 
e ancora più irrisolti appaiono i problemi delle relazioni tra le persone. Gli amori, e gli odi, e le passioni continuano la loro danza che è la danza dei sentimenti,
delle emozioni, degli sguardi sospesi. E lì trovi ancora Pirandello con il suo vedere acuto e doppio. Del resto, il Teatro si presenta come il doppio della vita.
La Sicilia dei Berretti a Sonagli si è inabissata con il suo carico antico, quello che comprendeva persino il delitto d’onore. L’isola è stata occupata da ben altri 
crimini. I protagonisti della commedia sono tutti usciti dalla scena della vita reale. Si potrebbe dire che resta in vita chi neanche fisicamente si vede nella
commedia di cui pure è un protagonista, il Cavaliere.Il potere del Cavaliere che pesa su tutti i personaggi della commedia si è certo trasfigurato, 
ma continua a dettare un gioco, condiziona ancora. Anche il Nuovo Cavaliere impedisce, fa negare l’esistente, spinge a corrompere la ricerca della verità,
si insinua, pervade e si afferma.
unchecked checked
Richiedi Informazioni
E tu... di che vacanza sei?
Invia!