menù
logo bianco
 
trentino
prenota
Prenota!
Eventi
Eventi
condividi
Social
Sfondo eventi Clicca e scopri gli Eventi e le attività In Valsugana News e eventi Sfondo social Esplora il nostro Social wall #livelovevalsugana

Chiesa di San Sisto

Comune: Caldonazzo

Menzionata nel 1345 in occasione di un’assoluzione del reato di usura, dipendeva dalla Pieve di Calceranica e fu riedificata nel XVIII secolo.

Si svolge con cinque cappelle per lato. Il primo altare di destra accoglie una grande statua lignea dell’Angelo Custode di Ortisei; quello seguente è marmoreo con pala del XVIII secolo (presso il pulpito un dipinto settecentesco). L’altare maggiore è di Cristoforo Benedetti di Castione (1732), mentre la pala, appesa sul lato sinistro del presbiterio, è firmata da Laurentius Florentinus (1631). Sulla parete opposto sono murati i monumenti funebri, binati, di Osvaldo Trapp e Maria Anna Thun (1641) con i rispettivi stemmi e di Sebastiano Carlo Trapp canonico. Gli stalli corali dell’abside sono del 1824. I due grandi frammenti della pietra tombale cristiana del VI secolo, rinvenuti nel 1872 sul colle di Brenta furono qui trasportati nel 1976. Il primo altare di sinistra è di marmo con tela ottocentesca. L’altare che segue, di marmo policromi con due stemmi Trapp sulle colonne, accoglie in grande cornice lignea a tralci di vite dorati la tela della Madonna del Divino Amore di Raffaello. I quadri della Via Crucis sono di Domenico Zeni di Bordolino (XVIII secolo).

L’organo, custodito in una deliziosa cassa pacatamente di stile impero, è autorevole lavoro dei fratelli Serassi di Bergamo ed è l’unico che nel Trentino sia rimasto di quella illustre famiglia di organari.

E’ patrimonio della chiesa una tela della Natività di Eugenio Prati (1898).

La Chiesa è aperta tutti i giorni.
unchecked checked
Richiedi Informazioni
E tu... di che vacanza sei?
Invia!